Il costo della libertà


Autori: Nunzio Di Francesco,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: Storia e Politica
Genere:
Data di pubblicazione: 2007
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 152
ISBN: 978-88-7796-304-8

Acquista Libro - € 16
Abstract 

Il costo della libertà è il racconto della lunga e drammatica odissea di un soldatino siciliano dopo l’otto settembre 1943. Al momento dell’armistizio e dello sbandamento del Regio Esercito Nunzio Di Francesco presta il servizio militare in Piemonte: è un giovane di diciannove anni con alle spalle l’esperienza di lavoro agricolo nel paesino etneo da cui proviene; si trova improvvisamente a dover compiere scelte, a doversi confrontare con un mondo nuovo e diverso dal suo. La scelta di non collaborare con i tedeschi e con i fascisti di Salò sarà agevolata dalla solidarietà che gli offre la popolazione locale. Nel clima di confronto con il mondo rurale piemontese matura la decisone di raggiungere le formazioni partigiane che si vanno formando sulle montagne circostanti. La militanza nelle Brigate Garibaldi verrà interrotta dopo circa un anno dalla cattura e dalla deportazione a Mauthausen. Si aprono così le pagine più tristi attraverso le quali si misura il costo della libertà da noi tutti oggi goduta.


La testimonianza di Nunzio Di Francesco è interessante per molti motivi, ma a renderla più preziosa è il fatto che la sua esperienza sia poi stata rielaborata e socializzata in Sicilia, in un luogo che non ha conosciuto l’aggressione diretta alla società da parte dei nazifascisti. Questo particolare punto d’osservazione e di elaborazione della memoria ci aiuta a stabilire meglio un confronto con un aspetto centrale della storia contemporanea, ad assumere consapevolezza e responsabilità di donne e uomini liberi.

Dello stesso genere 
torna indietro