Viaggio per l'Italia


Autori:
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana:
Genere:
Data di pubblicazione: 2015
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 128
ISBN: 978-88-6318-121-0

Acquista Libro - € 12
Abstract 

Nella sua autobiografia Poesia e verità, scritta in tarda età, Goethe ricorda le litografie di Piranesi che il padre aveva portato da Roma e che costituirono le sue prime, indelebili impressioni italiane. Il padre, Johann Caspar, aveva intrapreso il suo Grand Tour, restando per sempre sentimentalmente legato all’Italia. Il ricordo era così vivo che, tornato a Francoforte, sposatosi con Elisabeth Textor, la figlia del Borgomastro, volle raccogliere i suoi ricordi, scrivendo anche lui, come tanti suoi contemporanei, il suo Viaggio per l’Italia, solo che lo volle scrivere in italiano e prese perfino lezioni da un ex frate pugliese, con cui compose un’opera ragguardevole, in un italiano antiquato certo e talvolta improbabile, percorso dall’entusiasmo e qualche volta dalla critica per l’Italia. Il voluminoso manoscritto, ben noto al figlio, fu pubblicato per la prima volta in Italia e poi Albert Meier ne propose alcuni anni fa l’edizione tedesca, mentre ora lui e Heide Hollmer ne hanno tratto una agevole antologia, modernizzando la grafia e rispettando fedelmente il testo. Il libro costituisce una preziosa testimonianza del Grand Tour intrapreso non più da un nobile, bensì da un colto borghese (Caspar Goethe era un valente giurista e raffinato erudito) e spiega meglio la passione del figlio per l’Italia, la sua cultura, la sua arte e la sua natura.

Dello stesso genere 
torna indietro