Brancati e altre Sicilie


Autori: Massimo Schilirò,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: Occasioni Critiche
Genere:
Data di pubblicazione: 2015
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 180
ISBN: 978-88-6318-139-5

Acquista Libro - € 16
Abstract 

Si riuniscono qui alcune indagini sulla letteratura siciliana, ma senza l’intenzione di recepire lo stereotipo della “separatezza originaria” di ciò che si comprende al di qua dal faro. Esso è la forma più corrente del discorso della sicilianità, che altrimenti si dice “sicilitudine”, “isolitudine”, e così via fraintendendo invenzioni felici nel formulario del sicilian essentialism. Qui invece, al posto della fissità della radice, si vede la mobilità della migranza. Come sempre, servono a capire la letteratura i trasferimenti, i transiti, i trasbordi, il campo semantico del tra: del rapporto e dello scambio. Infatti, poiché dalla provincia siciliana, più che da altre a causa della sua collocazione periferica, si deve uscirne per diventare scrittori, il tema delle radici si configura solitamente a partire dal suo rovescio: il dispatrio.

Dello stesso genere 
torna indietro