Il sacro ribelle


Autori: Grzegorz Kaczynski,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: Cultura e Formazione
Genere:
Data di pubblicazione: 2005
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 320
ISBN: 978-88-7796-206-5

Acquista Libro - € 28
Abstract 

La religione, come mostrano anche i tragici eventi legati al terrorismo islamico, può diventare la legittimazione di una protesta sociale che si trasforma in ribellione. Tale questione è affrontata nel presente volume sulla base dell’analisi dei movimenti religiosi dell’Africa centrale (Congo e paesi limitrofi), nati in un contesto di contatto fra la cultura africana e la cultura europea; prima, in una situazione coloniale e, dopo, in un contesto di una società indipendente. In termini più generali, essi evidenziano l’attualità dell’incidenza del ruolo ideologico della religione nell’azione collettiva della protesta sociale. Il significato del volume si inserisce inoltre nel discorso multiculturale, difficile e talvolta conflittuale. Il mondo d’oggi è, difatti, sempre più globalizzato, è, con buona pace della profezia di McLuhan, sempre meno villaggio, se per villaggio intendiamo una comunità di identità personali. La comunicazione globale basata sul linguaggio universale, standardizzato, e quindi culturalmente anonimo, produce un aumento della depersonalizzazione delle relazioni umane. Da qui nasce un paradosso: più gli uomini comunicano, meno si comprendono; questo perché la comunicazione comunicativa richiede un linguaggio capace di esprimere significati e valori di una cultura concreta, di una tradizione etnica. Soltanto in questo modo può avvenire una vera comprensione interculturale intesa come alternativa costruttiva alla globalizzazione culturale. È un problema tanto più importante quanto più aumenta l’incidenza del fenomeno migratorio nella vita sociale e, quindi, la necessità di comprendere lo straniero, la sua identità culturale – condizione essenziale per prevenire situazioni conflittuali.

Dello stesso genere 
torna indietro