Il teatro del Molo 2. I laboratori e gli spettacoli


Autori: Gioacchino Palumbo,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: Scaffale del Nuovo Millennio
Genere: Saggistica
Data di pubblicazione: 10/05/2011
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 160
ISBN: 978-88-7796-838-8

Acquista Libro - € 14
Abstract 

In realtà, nella nostra ricerca, è risultato chiaro che il processo di creazione di un personaggio diventa interessante se, attraverso il personaggio, l’ attore ha modo di dare voce a qualcosa che nasce dal proprio paesaggio interiore, dalla memoria del corpo. Se attraverso il personaggio io posso dare voce a parti di me che non sempre posso esprimere nel vissuto quotidiano. Se la partitura di azioni contiene dei semi per un atto di rivelazione, di sincerità espressiva, di offerta, che però non comporti impulsi narcisistici o esibizionistici, ma, al contrario, è quasi un gesto di umiltà, di coraggio, di rinuncia a nascondersi. Allora si va al di là della finzione, e balena tra le azioni qualcosa, come una verità, che cattura l’ attenzione dello spettatore. Il chiarore di quel piccolo gesto ripaga di tanti sforzi e tentativi e fatiche… E’ necessario un movimento dall’ interno verso l’ esterno, e dall’ esterno verso l’ interno. Dal fondo del nostro essere verso il prossimo che abbiamo di fronte, e dalla realtà viva che ci circonda fino alle fibre più profonde di noi stessi. E, paradossalmente, questo tratto personale diventa allora collettivo, archetipico, interumano, connesso con l’ umanità, con la nostra condizione esistenziale elementare , con la nostra pasta umana, con le sorgenti della nostra vita psichica e organica, con le radici della nostro essere. Una possibilità meravigliosa di abitare completamente l’ esperienza. La sincerità, in fondo, è una scienza.

Dello stesso genere 
torna indietro