Teologia e scienza moderna


Autori: Stefano Visintin,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: Fides Quaerens Intellectum
Genere: Saggistica
Data di pubblicazione: 02/02/2011
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 174
ISBN: 978-88-7796-747-3

Acquista Libro - € 16
Abstract 

Muovendosi sulla duplice esperienza scientifica del fisico e del teologo l’Autore cattura già dall’inizio il lettore, guidandolo nel complesso mondo dei rapporti tra teologia e scienza. Con onestà intellettuale e acume, l’opera chiarisce sin dalle prime pagine che molti scontri storici tra scienza e teologia nacquero da salutari dibattiti tra la vecchia scuola aristotelica e la nuova scienza che si stava ormai imponendo su una scolastica cristallizzata, creando utili contrasti nel dibattito di ricerca scientifica e teologica. Acquisita consapevolezza che il Creatore si serve d’ogni opera del proprio creato, nel XVI secolo cominciò a imporsi l’idea che scienza e teologia fossero due realtà e linguaggi distinti per mezzo dei quali Dio comunicava all’uomo manifestandosi con le sacre scritture come con la fisica e la matematica. Linguaggi che oggi appaiono meno diversi e più vicini, interscambiabili e a tratti quasi interdipendenti. Un libro ricco di preziose chiarezze che smitizza pregiudizi e storiografie antiche e moderne erette spesso su rugose ideologie dure da sradicare dall’immaginario collettivo, inducendo a riflettere quanto in realtà la teologia non sia nemica della scienza nella misura in cui mai lo è stata della ragione, elemento vitale per lo sviluppo della fede profonda, della fede vera.

Dello stesso genere 
torna indietro