Ai limiti del dicibile


Autori: Giovanna Aleo,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: QFM - Quaderni di Filologia Moderna
Genere:
Data di pubblicazione: 2004
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 120
ISBN: 978-88-7796-687-2

Acquista Libro - € 10
Abstract 

Scrittrice provocatoria e trasgressiva che ha contribuito al rinnovamento delle forme narrative, Marguerite Duras ha tracciato un itinerario di scrittura all'insegna della 'distruzione' e della 'cancellazione', dando avvio, nella sua produzione narrativa e cinematografica, a un'operazione linguistica che ha perseguito per più di cinquant'anni il suo lento avanzare verso la 'rarefazione' e il silenzio. Si tratta di una modalità di scrittura che giunge al paradosso in quanto, da un lato tenta di distruggere le forme narrative fino a mettere in discussione l'esistenza stessa della fiction, dall'altro le convoca in modo quasi ossessivo mantenendo la loro funzione di 'faire du sens'. Nelle contraddizioni del suo percorso il testo durassiano giunge alla soglia dell'indicibile, in uno spazio in cui il silenzio si fa scrittura.

Dello stesso genere 
torna indietro